Ti piace il mio blog?

venerdì 15 gennaio 2010

Lago delle Stellune - Lagorai - (mt. 2091)






Luogo di partenza: Passo del Manghen - Val di Fiemme -

Visualizzazione ingrandita della mappa
Punti di appoggio: Rifugio passo Manghen (mt. 2013)
Durata: andata 3 ore e 30 - ritorno 4 ore e 30 se dal lato della Valsugana
Difficoltà: media
Escursione effettuata il 13/08/2009

Si può lasciare la macchina direttamente nel parcheggio del rifugio passo Manghen (ottima cucina) prendendo il sentiero n° 322a in direzione del lago delle Buse (mt. 2087) oppure,2,5 km prima del passo,in uno spiazzo sul tornante appena passata la malga Cadinello (mt. 1821). Da qui si prosegue per un breve tratto sulla strada asfaltata,prendendo subito il sentiero n° 361 a sinistra che sale fino ad intersecarsi con il n° 322b nei pressi del lago delle Buse.
Da qui si puo' scendere sotto il lago fino alla malga delle Buse (mt.1935) dove si trova il dormitorio del pastore con cucina in caso di emergenza e comunque con la possibilità di passare la notte.
Dal lago si prosegue sempre sul sentiero n° 322b con la possibilità di salire fino alla forcella Ziolera (mt 2138) prima e sulla forcella Pala del Becco dopo (mt.2382). Il paesaggio risulta veramente esaltante e suggestivo e la possibilità di incontrare caprioli,camosci o marmotte lungo il percorso è veramente alta. Sulla destra rimangono il monta Ziolera (mt.2478) ed il monte Pala del Becco(mt. 2423) che assieme al monte Cima delle Buse(mt. 2574) e monte Montalon (mt. 2501) formano la catena montuosa che prede il nome da quest'ultima cima. Dalla forcella Pala del Becco il sentiero cambia da n° 322b a n° 322 passando per la forcella del Montalon dove si può ammirare uno specchio d'acqua fantastico che prende il nome della stessa. Proseguendo si arriva alla forcella di Val Sorda(mt. 2256) da dove si scende lungo il sentiero n° 318 fino al lago delle Stellune (mt. 2061) forse il lago più bello di tutta la catena del Lagorai. I tragitti sono sempre ricchi di rii dove potersi approvvigionare di acqua senza problemi. Fare sempre attenzione a non perdere di vista il sentiero specialmente nei tratti sui massi o per tragitto di ritorno alternativo, sul sentiero che torna al passo del Manghen dal lato della Valsugana,il numero 322-322b,che risulta essere sicuramente più impegnativo e alpinistico. Se si aveva lasciato la macchina sul tornante sopra la malga Cadinello si può passare la notte in un bivacco stupendo nei pressi di malga Caseratte (mt. 1700) che si raggiunge da un comodo sentiero che scende dal tornante per entrare nel bosco.