Ti piace il mio blog?

lunedì 26 luglio 2010

Monte Misone (mt. 1803) - Bleggio -



Punto di partenza: Passo del Ballino (m 760)

Visualizzazione ingrandita della mappa

Dislivello fino al punto più alto: m 1043
Durata percorso: 3 ore 1/2 di salita + 2 ore di discesa
Siluppo: km 14,5
Difficoltà: media
Percorso on Gpsed: http://gpsed.com/track/6133625061241776556
Escursione effettuata in data: 20/07/20 Voto: 7

Dedico questo itinerario a mio padre che a 71 anni riesce ancora a portarli a termine alla grande.
Parcheggiamo la macchina subito dopo il cartello Passo del Ballino nel piazzale a destra con fontana.
Salendo lungo la strada forestale,sentiero n° 432,si risale il fitto bosco fino a quando la strada finisce e comincia una era e proprio “scalata” sul sentiero che sale ripido fino al bivio per la ex Malga Fiavè che ale la pena visitare. Tornando in dietro e prendendo a destra per il sentiero n° 433 si arriva alla Malga Misone(Tenno) (mt. 1575) da dove si sale lungo sentiero fino alla sommità della nostra destinazione in circa 30 minuti. Il panorama sui monti locali è veramente speciale.

Monte Stivo (mt. 2059) - Basso sarca -

Punto di partenza: Arco,loc. Gazzi (mt. 300)
Visualizzazione ingrandita della mappa
Dislivello fino al punto più alto: m 1759
Durata percorso: 4 ore di salita + 2 ore di discesa
Sviluppo: km 22
Difficoltà: alta
Percorso on Gpsed: http://gpsed.com/track/6133625057271917805
Escursione effettuata in data:24/07/20
Voto: 8

Devo dire che per lasciare la macchina in loc. Gazzi e salire fino alla sommità del monte Stivo bisogna essere un po’ pazzi.. Prendo subito il sentiero n° 608 che taglia i tornanti della strada asfaltata portandomi velocemente,per il ripido sentiero,fino alla loc. Salve Regina (mt. 560) da dove proseguo ancora lungo il sentiero n° 608,sbucando di volta in volta sulla strada per il Monte Velo dopo la colonia omonima, fino a tornare sulla strada asfaltata all’altezza del bivio che porta all’agritur Torboli (http://www.facebook.com/group.php?gid=179322725004) dove è possibile mangiare dei piatti squisiti. Proseguendo si arriva alla Malga Zanga (mt. 1159) (http://www.malgazanga.eu) immersa nel verde e nella pace più ricercata. Proseguo fino al Castil prima e a S.Antonio poi (mt. 1220) arrivando sulla classica che porta allo Stivo sul sentiero n° 608 b. Ora si entra nel bosco per un tratto ripido uscendone in loc. Le prese (mt. 1550) e lungo carreggiata arriviamo fino alla Malga Stivo (mt. 1748) dove il sentiero torna ad essere il n° 608 fino al Rifugio P.Marchetti allo Stivo (mt. 2009). Da qui si sale in vetta in pochi minuti da dove è possibile ammirare un fantastico panorama su tutti i monti della zona. Il ritorno lo effettuo sulla stesso percorso della salita.
video

venerdì 23 luglio 2010

Passo Nota da Biacesa - Val di Ledro -




Punto di partenza: Biacesa (mt.418) dal parcheggio a sinistra appena dopo il bivio per Pregasina

Visualizzazione ingrandita della mappa
Dislivello fino al punto più alto: m 860
Durata percorso: 4 ore + 1 ora di discesa a Piani di Pur
Sviluppo: km 16,4
Difficoltà: alta
Escursione effettuata in data:17/07/20 Voto: 7,5
Percorso on gps:http://gpsed.com/track/6133625060960753735


Lasciata la macchina nel piazzale subito dopo il bivio per Pregasina,si torna leggermente indietro prendendo la ciclabile subito dopo il ponte. Appena iniziata la ciclabile si trova una fontana dove e’ meglio riempirsi la borraccia per evitare di rimanere senz’ acqua sulle terribili rampe che portano a Leano. Dopo circa 500 mt. lasciamo la ciclabile per entrare nel bosco lungo il sentiero n°429 che troviamo sulla sinistra sempre in direzione owest,che ci porterà ad un altro bivio che,prendendo a destra,ci porterà sulla strada che sale verso Leano sul sentiero n° 421.
Ora le pendenze si fanno sempre più sostenute e la strada da poco scampo con i suoi rari tornanti. Passato il bivio per Cadrione si può ammirare un belissimo panorama sulla bassa val di Ledro. La strada procede sempre senza dar scampo per alcuni chilometri fino ad arrivare a Leano (mt. 888),un bellissimo altipiano con alcune splendide casette ma soprattutto con una fontana. Passato l’abitato si sale per forestale lungo il bosco fino a Malga Vil (mt. 1109) dove troviamo una splendida fontana e 15 minuti dopo all’omonimo passo chiamato anche Guil (mt. 1322).
Da qui scediamo leggermente per il passo e prendiamo per Baita Segalla (mt. 1250) ,tenendo sempre il sentiero n° 421 dove c’e’ anche la possibilità di rifocillarsi per bene lasciando una piccola offerta.
Proseguiamo verso passo Nota lungo i sali e scendi e appena arrivati al prato del Rifugio Passo Nota (mt. 1240) prendiamo a destra,in discesa,il sentiero che ci porterà ai pian di Pur prima e al Lago di ledro poi,attraverso la valle Fontanina,sempre sul sentiero n° 421. Vicina la malga Cita.