Ti piace il mio blog?

domenica 29 agosto 2010

Drena-Monte Stivo in MTB




Punto di partenza: Drena dopo il tunnel SP 84 bivio a destra indicazione Malga Campo

Visualizzazione ingrandita della mappa
Dislivello fino al punto più alto: m 1489
Durata percorso: 4 ore salita
Siluppo: Km 16
Difficoltà: alta (diversi tratti con bicicletta in spalle)
Percorso on Gpsed: http://gpsed.com/track/6133625059958398635 (discesa)
Punti di appoggio: Rifugio Prospero Marchetti allo Stivo www.rifugiostivo.it
Foto: non disponibili
Escursione effettuata in data:24/08/2010
Voto: 8

Arrivati alla frazione Luch,io e il tenace Richi, prendiamo a destra in direzione Malga Campo e piano piano risaliamo i diversi tornanti che si inerpicano senza tregua nel bosco e dopo circa 8 km arriviamo ai prati di malga Campo di Drena (mt. 1379). Da quì abbiamo 2 possibilità. La prima prevede di seguire la strada bianca che sale a destra tenendosi più in alto,verso il bosco lungo il sentiero N° 623 all’inizio e dopo alcuni tornanti dirigersi verso Nord (Cima Alta),facendo attenzione dopo circa 1,5 km ad un sentiero non segnato sulla destra che tornando indietro entra nel bosco. Dopo circa 100 metri si unisce di nuovo al sentiero N° 623 che lungo un dolce falso piano nel bosco arriva fino a Cima Bassa (mt. 1705). Da quì, proseguendo lungo il sentiero, si arriva fino al bivio sentiero N° 617-617 b segnato con cartello che portano entrami allo Stivo. Questa opzione risulta la meno consigliata e non mappata. La seconda possibilità,vede percorrere la strada bianca che rimane più in basso lungo i prati della malga Campo e che sale dolcemente in direzione Vallestrè addentrandosi nel bosco in direzione sud e cominciando a salire nel lungo il sentiero N° 666. Ora, una volta fatto il primo tornante a sinistra si prende la strada che "buca" il tornante successivo a destra prima di una ripida salita cementata. Passando una sbarra si prosegue sulla mulattiera che sale lievemente fino al rudere di una malga che rimane a destra,proseguendo si arriva ad un parcheggio da dove ci si addentra nel bosco lungo un sentiero non segnato che in pochi minuti arriva sul sentiero N° 617 (il sentiero N° 617b non è percorribile in bici). Questo è il percorso più consigliabile in quanto pedalabile meglio e sempre su strada sicura e mappata. Ora non ci resta che arrampicarci per circa 30 minuti, lungo lo stretto e poco pedalabile sentiero che sale a tornanti fino al bivio con il sentiero N° 666 prendendo a sinistra. Dopo pochi minuti arriviamo fino alla Croce del Monte Stivo (mt. 2059) sicuri di aver compiuto una grande impresa. Per arrivare al Rifugio P.Marchetti (mt. 2009) torniamo leggermente indietro fino al bivio precedente e prendiamo a sinistra e dopo circa 100 mt. arriviamo in piano davanti alla porta pronti per il meritato pranzo!
Per la discesa scegliamo di seguire l'itinerario più sicuro ossia quello mappato,da ricordare che la discesa in bici dal monte Stivo lungo il versante ovest,ossia lungo i prati e le Malghe dello Stivo è assolutamente vietato.