Ti piace il mio blog?

lunedì 29 marzo 2010

Monte Serodoli (mt. 2706) - Val Rendena -




Punto di partenza: Parcheggio Val Nambino mt. 1650 (presso la Zangola)- Madonna di Campiglio -

Visualizzazione ingrandita della mappa
Dislivello: mt. 1056
Tempo di salita: 3 ore e 30
Difficoltà: media
Esposizione: est

Gita non difficile e che può offrire splendide discese dopo buone nevicate anche se bisogna fare molta attenzione subito dopo il vecchio rifugio del lago Serodoli e nell'ultimo pezzo prima di arrivare alla cima in caso di nevi non assestate.
Seguendo il sentiero N° 217 in direzione del rifugio Nambino (mt.1770), con l'omonimo lago, si sale lungo il bosco salendo velocemente di quota. Arrivati al lago,si lascia il rifugio sulla destra e si prende prima a sinistra e poi a destra fino a uscire dal tratto boschivo. Man mano che si sale di quota si può ammirare lo scenario maestoso del Brenta. Ora in terreno aperto si prosegue in direzione nord-ovest fino al lago Nero (mt. 2241) e poi al lago Serodoli (mt.2370) con il vecchio rifugio come posto di ristoro prima di affrontare l'ultimo ed il più impegnativo tratto. A destra si può scorgere il lago Gelato (mt. 2386). Salendo lungo la cresta si arriva fino alla piramide finale che si supera raggirandola sul lato destro e,se occorre,togliendo gli sci sull'ultimo pezzo. La discesa,che si effettua lungo la via di salita, offre quasi sempre ottime sciate grazie all'ampiezza del fronte e ai numerosi dossi.