Ti piace il mio blog?

sabato 15 dicembre 2012

Cima Piccolo Colbricon (mt. 2510) - Lagorai - Val di Fiemme

Piccolo Colbricon


EveryTrail - Find the best hikes in California and beyond

Accesso: A 22 uscita Egna-Ora poi per la Val di Fiemme e Fassa fino a Predazzo. Ora si segue per il Passo Rolle e dopo Lago e Parco di Paneveggio si parcheggia su un parcheggio a sinistra poco prima del I° tornante secco a sinistra dopo 1 km ca. dal parco.
Punto di partenza: strada forestale dall'altra parte del parcheggio  
Dislivello: m 880  
Esposizione: Nord
Durata salita: 3ore
Sviluppo: km 6,24
Difficoltà: media
Caratteristiche discesa: Dalla cima grande discesa in campo aperto,dal canale attenzione ai numerosi ostacoli naturali e agli alberi nel bosco,non facile
Attrezzatura: normale da sci alpinismo
Punti di appoggio: nessuno
Escursione effettuata in data: 13/12/2012
Traccia salita gps download
Traccia discesa gps download: lungo la strada di salita
Foto
Cartina topografica del percorso 
Voto: 7,5

Classicissima della Val di Fiemme a tu per tu con le Pale di S.Martino in un ambiente perfettamente naturale ricco di animali del bosco. Pur essendo gita frequentata e sicura anche dopo nuove nevicate fare sempre attenzione sul ripido canalone prima di arrivare in campo aperto nel tratto antecedente la cima. Anche la discesa in mezzo agli alberi non risulta di certo la più semplice.
Messi gli sci ai piedi prendiamo la strada forestale di fronte al parcheggio sulla strada e ci dirigiamo dentro il bosco lungo un tratto praticamente in falso piano e arrivati ad un cartello che indica ex malga Colbricon che non seguiamo abbandonando  la strada prendendo il sentiero estivo che passa proprio sotto una casetta sull'albero per gli avvistamenti degli animali.
Ora si risale ripido leggermente a destra su un costone nel tratto più impegnativo della gita. Arrivati alla sommità si può cominciare ad assaporare la splendida discesa che ci aspetterà una volta raggiunta la cima. Si sale alla cima stando dapprima nel mezzo della conca e poi lentamente ci si avvicina alla cresta di destra facendo attenzione alle pericolose cornici. Dalla cima si può ammirare un panorama maestoso sulle Pale di S.Martino e la Marmolada.