Ti piace il mio blog?

domenica 28 febbraio 2010

Stivo-Cima Alta-Malga Campo-Stivo





Punto di partenza: Parcheggio albergo S.Barbara(mt.1175)
Visualizzazione ingrandita della mappa
Dislivello: Totale 1865 mt,parziali S.Barbara-Mt.Stivo mt. 884,sentiero n° 617-Cima Alta mt. 347,Malga Pedrini-Rifugio mt.Stivo mt. 634
Difficoltà: semplice ma con alta preparazione fisica

Durata escursione: 7 ore
Esposizione: sud-ovest nord-ovest
Punto di appoggio: Rifugio Prospero Marchetti (mt. 2012),tel.0464 520664 cell. 349 3640127
Gita svolta il: 28/02/2010

Splendida gita che va a toccare per 2 volte il Monte Stivo (mt. 2059) e una volta la Cima Bassa (mt. 1705) e la Cima Alta (mt.1847),regalando sciate da antologia spesso nella "polvere" migliore sopratutto nelle 2 discese verso Malga Campo. La prima ascesa allo Stivo viene affettuata dalla "normale",ossia salendo lungo il sentiero n° 608b fino alla quota di 1400 metri delle Prese,dove il sentiero diventa il n° 608. Da quì si procede lungo il crinale del Costone fino ad arrivare alla quota di mt.1800 e si taglia diritto in direzione nord verso il rifugio P.Marchetti. Dopo un the ristoratore si sale in pochi minuti sulla Cima Stivo (mt. 2059) e si comincia la prima discesa della giornata in direzione nord con una neve veramente speciale fino ad arrivare alla strada frestale,dove ripelliamo,e si sale verso la Cima Bassa all'inizio e a Cima Alta mezzora dopo,sempre sul sentiero n° 617. Il tempo di bere un goccio di acqua e giù di nuovo in una splendida sciata in mezzo al bosco fino alla Malga Pedrini a sud di Malga Campo. Seconda ripellata e si riprende la salita lungo la strada forestale sul sentiero n° 666,in direzione Malga Vallestrè. Prima della Malga prendiamo a sinistra sul sentiero n°666b in direzione Mandrie Alte (mt. 1785) da dove seguendo il crinale ritorniamo al Rifugio di partenza dove ci aspettera' un'ottimo e guadagnato pranzo. La discesa alla macchina può essere effettuata senza problemi in ogni punto fino alla località le Prese da dove siamo saliti. Fare attenzione alla stradina in discesa che spesso presenta ghiaccio e sassi. Arrivati alla macchina la soddisfazione è molta vista la durata dell'itinerario,lo sviluppo ma specialmente il dislivello.