Ti piace il mio blog?

giovedì 24 gennaio 2013

Monte Cola (mt. 2268 ) - Valsugana - Gruppo del Lagorai


                                                      La croce del Monte Cola


La sommità dell'Hoabonti


Monte Cola


EveryTrail - Find hiking trails in California and beyond

Accesso: da trento prendere per la Valsugana in direzione Padova,passare Pergine e Levico e uscire a Roncegno e dal centro prendere in direzione Loc. Pozze fino al Ristorante le Pozze

Punto di partenza: dal parcheggio del Ristorante Le Pozze
Dislivello: m
Esposizione: Sud
Durata salita: 3 ore
Sviluppo: km 6,15
Difficoltà: fare attenzione nella salita finale dopo copiose nevicate
Caratteristiche discesa: sembra fatta apposta per il divertimento puro
Attrezzatura: normale da sci alpinismo
Punti di appoggio: nessuno
Escursione effettuata in data: 24/01/2013
Traccia salita gps download
Traccia discesa gps download ( Variante in direzione sud )
Oppure dalla traccia di salita
Foto
Cartina topografica del percorso 
Dove mangiare
Voto: 9,5

Giornata memorabile quella di oggi,da lasciare l'emozione da tanta polvere trovata,difficile trovare due giornate simili ricche di polvere dalla cima alla macchina.
Dal parcheggio del Ristorante Le Pozze torni indietro di circa 50 metri lungo la strada d'accesso e comincio a salire la Val d'Ilba con pendenze sempre dolci fino ad arrivare ad un falso piano che guarda a destra l'altro versante e a sinistra invece procedo la mia salita effettuando un'ampia curva che lentamente mi fa entrare nell'immenso anfiteatro con la pala del Fravort lontano a sinistra e l'Hoabonti dritto a me e il Monte Cola con la sua croce leggermente a destra ancora. Proseguo la mia salita,finora mai dura,stando sulla destra della valle e pian piano raggiungo la sommita dell'Hoabonti che a dir la verità era la mia tappa di giornata,ma la troppa neve,la mancanza di traccia e,non per ultimo,che ero completamente da solo,decido di rinunciare e rimediare a destra sul Monte Cola che raggiungo salendo a destra tra dei massi un canale abbastanza ripido ma sicuro e ben tracciato. Sull'ampia cresta raggiro delle rocce stando a sinistra del versante e in pochi minuti sono alla cima. La discesa che mi aspetta e' qualcosa di memorabile. Decido di scendere proseguendo in direzione sud seguendo delle tracce di discesa e la cosa si rivelerà proprio azzeccata. Appena posso cerco di portarmi subito a destra per riavvicinarmi alla traccia di salita ma una breve ripellata non me la toglie nessuno in prossimità di Malga Trenca da dove in leggera salita ritorno sulle traccie di salita nei pressi del falso piano da dove scendo per l'ultima discesa fino alla macchina