Ti piace il mio blog?

domenica 12 gennaio 2014

Hoabonti (mt. 2334) - Val Sugana - Gruppo del Lagorai






Hoabonti dal agritur Rincher


EveryTrail - Find the best hikes in California and beyond

Accesso: direzione Trento e poi Padova lungo la Valsugana fino all'uscita Telve di Sopra,da qui si prende in direzione Loc. Le Pozze fino al ristorante omonimo e si prosegue fino all'agriturismo Rincher (mt. 1593)
Punto di partenza: Agriturismo Rincher
Dislivello: m 740
Esposizione: Sud
Durata salita: 2 ore e 30'
Sviluppo: km 4,32
Difficoltà: nessuna
Caratteristiche discesa: molto divertente con ampi spazi
Attrezzatura: normale da sci alpinismo
Punti di appoggio: nessuno
Escursione effettuata in data: 12/01/2014
Traccia salita gps download
Traccia discesa gps download: stessa di salita
Foto
Cartina topografica del percorso
Dove mangiare: Ristorante Le Pozze
Voto: 7,5

Stupenda giornata quella di oggi trascorsa sulla Cima Hoabonti un po' per il fantastico paesaggio del Lagorai e un po' per la giornata ideale per una gita di Ski alp. Gita mediamente sicura anche se con abbondanti nevicate è meglio fare la massima attenzione nella salita finale.  Lasciata la macchina presso il parcheggio dell'agriturismo Rinchner risalgo il prato tenendomi leggermente a destra lungo la stretta Valle D'Ilba che man mano che si sale si aprirà in campo aperto. Mi tengo sulla destra orografica del rio e risalgo la valletta sulla destra e quasi subito intravedo alla mia destra la Cima Cola che è collegata in cresta alla Cima della mia meta di giornata. Arrivati nel grosso vallone proseguiamo sempre dritti raggiungendo lentamente la parte centrale della conca da dove in alto a sinistra si scorge la prima anticima del Hoabonti. Iniziamo a risalire verso la cresta con delle semplici inversioni. Arrivati all'anticima si scende leggermente la si passa e si scende leggermente sul retro verso nord e dopo leggero scollinamento si arriva alla cima vera e propria dove nei pressi si trovano degli omini di pietra. La vista è senz'altro maestosa, premiata sicuramente dalla giornata fantastica,alla nostra sinistra possiamo ammirare il Fravort con la sua cima piramidale e a destra la schiena d'asino della Cima Gronlait. La discesa la effettuiamo lungo la strada di salita cercando qua e là di trovare la neve migliore e infatti l'alta temperatura ci regala una neve primaverile e divertente.